• Abbigliamento per neonato a Napoli

    Da 0 a 3 mesi di età

    Body, t-shirt, pantofole, pigiami, tutine, completi, sacchi nanna, nidi d‘angelo, cappottini, salopette, maglie, gilet, abitini e gonne. Abbigliamento Le Coccinelle realizza capi per neonati da 0 a 3 mesi. Stile e qualità dell’ abbigliamento per neonato a Napolihanno consentito all’azienda di proporsi ai clienti facendo apprezzare loro le peculiarità e le particolarità di un prodotto innovativo e 100% Made in Italy. L’azienda è apprezzata in modo particolare per la maglieria finemente lavorata a mano con motivi e ricami originali. Inoltre si realizzano lavorazioni proposte dalla clientela a seconda di tipologia di colore e/o ricami.


    Attraverso una palette di colori freschi e delicati come il rosa, il giallo, il fucsia, il blu, si disegnano volumi dalle linee pratiche e confortevoli di tutine, cappellini, scarpine in filo o in lana, vestine, golfini e coperture per culle. Grande attenzione viene riservata anche alle stampe e decorazioni inedite. Le collezioni sono impreziosite da materiali di alta qualità e tecniche di lavorazione artigianali da uno staff stilistico sempre al passo con i trend della moda, creativo, orientato sempre verso nuove idee.


    Le Coccinelle ama creare una straordinaria varietà di capi di abbigliamento adatti ai desideri dei neonati, curando attentamente al fattura del prodotto sin dei dettagli, senza mai dimenticare le rifiniture interne di ogni capo.

  • I materiali utilizzati per la produzione dei capi

    I materiali utilizzati per la produzione dei capi

    Per la realizzazione dei capi abbigliamento per neonato a Napoli, l’azienda utilizza i seguenti tessuti e materiali.

    ACRILICO - Fra i tessuti sintetici è quello più simile alla lana. Può essere lavato sia a mano sia in lavatrice a basse temperature. Nel lavaggio in lavatrice è consigliabile ridurre al minimo la fase di centrifuga e di aggiungere l’ammorbidente durante il risciacquo finale. L’ammorbidente aiuta a ridurre le cariche elettrostatiche. Ti consigliamo per gli articoli a maglia di farli asciugare orizzontalmente per il miglior mantenimento della forma del capo.

    COTONE - tessuto naturale che può essere lavato, con detersivi adatti, senza problemi perché resiste anche alle alte temperature. Per aiutare a preservare il colore è opportuno un lavaggio con detersivo apposito per capi colorati, che non contenga quindi agenti sbiancanti. In questo modo i colori intensi rimangono brillanti e i colori pastello mantengono la loro nuance delicata. Importante: lavare i capi bianchi e i colori delicati separatamente dai colori forti e scuri. Questo aiuterà ad evitare cambiamenti di colore e migrazioni di colore da un capo all’altro. Asciugatura: i capi di cotone possono essere fatti asciugare con l’asciugabiancheria ad alta temperatura

  • Denim, Felpa, Lana

    DENIM - prende il nome dalla città di Nimes ed è un tessuto molto robusto che non deve essere lavato con eccessiva frequenza perché tende a scolorire. Va lavato solo in acqua fredda con un programma a ciclo delicato con un detersivo delicato. Vanno inoltre lavati sempre al rovescio e separatamente o insieme a capi dello stesso colore, in quanto il denim tende a stingere. Asciugare all’aria evitando l’asciugabiancheria.


    FELPA - 100% cotone va lavata in lavatrice a temperatura media. Per preservare la vaporosità della felpa deve essere prelevata dalla macchina non appena termina il programma di lavaggio.


    LANA - molto sensibile, la lana si deforma facilmente se non viene lavata con cura. Meglio lavare i capi di lana a mano, oppure in lavatrice selezionando però un programma speciale per capi in lana e utilizzando un detersivo specifico. Per evitare di infeltrire il tessuto evitare l'acqua calda (massimo 30 °C) e non sottoporre il capo a strofinamento e strizzatura, ma lasciare semplicemente il capo in ammollo . Risciacquare accuratamente in acqua fredda. I capi di lana non vanno mai appesi a una gruccia ad asciugare in quanto potrebbero allungarsi e deformarsi. Il modo migliore è stenderli orizzontalmente su un asciugamano modellandoli secondo la loro forma.

  • Lino, Lyocell (o tencel), Lycra, Modal, Nylon

    LINO - è preferibile lavare i capi di lino a mano con un sapone delicato. Per asciugarli, appenderli o stenderli in quanto il lino è un tessuto che tende a stropicciarsi.


    LYOCELL O TENCEL - può essere lavato spesso in lavatrice e asciugato in asciugabiancheria, resiste fino a 40 °C senza alcun problema. Se il capo in tencel è combinato con cotone o rayon è consigliabile lavarlo a mano e stenderlo per l’asciugatura;


    LYCRA - Il tessuto LYCRA® (spandex o elastane) è una fibra elastomerica con proprietà di allungamento e recupero delle misure originali. I capi in questo tessuto possono essere lavati in acqua calda a mano o in lavatrice.


    MODAL - tessuto molto resistente ma per conservarne colore ed elasticità deve essere plavato a mano in acqua fredda con detersivo delicato e asciugatura distesa.


    NYLON - per capi molto resistenti e leggeri, indeformabili. Possono essere lavati in lavatrice e asciugati con l’asciugabiancheria con dei programmi a bassa temperatura. 

  • Poliammide, Poliestere, Rayon, Raso, Seta

    POLIAMMIDE - al tatto sembra morbido cotone, ma è impermeabile e traspirabile. La sua manutenzione non è particolarmente impegnativa: a mano in acqua fredda o in alternativa in lavatrice scegliendo un programma normale in acqua fredda.


    POLIESTERE - fibra sintetica indeformabile che viene generalmente utilizzata per capi sportivi. La maggior parte dei capi in poliestere può essere lavata in lavatrice a basse temperature.


    RAYON - fubra morbida che al tatto regala una sensazione simile a quella della seta. Ha una buona resistenza all’usura ma si sgualcisce facilmente, tende ad allungarsi quando si bagna e a ridursi quando si lava. Meglio lavarlo a mano.


    SATIN (o raso) - tessuto fine, lucido dalla mano morbida. Meglio lavare i capi in satin a mano oppure in lavatrice con un programma per capi delicati, in acqua fredda e con un detersivo delicato. L’acqua calda potrebbe ridurre un capo in satin anche del 20%.


    SETA - tessuto delicato che richiede particolare attenzione. La seta può essere lavata sia a secco sia a mano in acqua fredda usando un detergente specifico per seta o un sapone leggero. 

  • Tulle, Velluto, Velluto a coste, Viscosa

    TULLE - tessuto molto delicato, creato da fili che si intrecciano creando una rete trasparente. Deve essere trattato e lavato esclusivamente a mano. Per non deformare o rovinare il tessuto non torcere o sfregare.


    VELLUTO - verificare sempre l’etichetta per sapere se il capo è lavabile. Se non si tratta di un tessuto sintetico facile da trattare, per gli indumenti in velluto di seta o di cotone si consiglia il lavaggio a secco.


    VELLUTO A COSTE (corduroy) - tessuto di cotone caratterizzato da costolature in rilievo. Può essere lavato in lavatrice e stirato a rovescio per non schiacciare la costolatura.


    VISCOSA - fibra artificiale, per la sua lucentezza un tempo veniva chiamata “seta artificiale”. I capi in viscosa sono particolarmente delicati e vanno lavati a mano con un detersivo per lavatrici delicato.

  • abbigliamento neonato a Napoli
  • Vendita abbigliamento neonato a Napoli